9 luglio 2022. Sono seduto sul banco della chiesa a San Giovanni Rotondo e aspetto che arrivino Mino e Valentina.

Mi guardo intorno e sorrido emozionato. “Ma cos’hai da sorridere?”, vi starete chiedendo. Serve riavvolgere il nastro per spiegare Io sono Vito, Vito Pentimone, flower designer di Gravina. Anche Mino è di Gravina, ed è il mio migliore amico.

Invece Valentina è di San Giovanni Rotondo, e la ragione per cui anche io oggi sono qui in Chiesa è perché Mino e Valentina oggi si sposano ed io sono loro testimone di nozze.

E sapete perché mi guardo intorno e sorrido? Perché l’allestimento dei fiori è un incanto. Fiori di un colore tenue quasi etereo, bianco, rosa antico, porcellana, cappuccino. Se dovessi immaginare di raccontare l’eleganza con dei fiori ecco credo proprio che userei questi fiori, magari allestiti con strutture che richiamino l’ottone rosa, ed il vetro per conferire leggerezza.

E poi penso all’invito ricevuto a casa: una scatolina con un cartoncino ed uno specchio.

A prima vista si poteva pensare ad una scatola porta cipria, ma a ben vedere, il cartoncino è un invito e per leggerlo serve guardarlo attraverso lo specchio. Penso alle wedding bag personalizzate con i nomi dei miei amici. Penso a tutti i dettagli e sorrido perché volevo che questo matrimonio fosse una sintesi di bellezza e raffinatezza, come sono belli e raffinati i miei due amici. Guardo gli sposi, emozionati e felici, e penso che non ci sia lavoro più bello del mio, che mi consente di suscitare sensazioni e meraviglia con i fiori.

Sorrido e mi emoziono anche io perché penso che l’amicizia sia il fiore più bello.

Vito Pentimone

Foto gallery ph Almerasco Studio

Venue Tenimento San Giuseppe