La grande meraviglia, Villa Meo Evoli

Matrimonio in Puglia per M e J, una giovane coppia di canadesi che ha scelto di attraversare l’oceano affascinata dalla storia e dalla cultura della nostra terra.

Il forte richiamo della storia li ha portati ad escludere le masserie e ad optare per Villa Meo Evoli, una dimora storica in stile Palladiano, costruita nella seconda metà del 1700, vincolata dalla Soprintendenza ai Beni Artistici e Culturali per la sua valenza storica e artistica nel patrimonio nazionale.

Una villa che sorge a pochissimi chilometri  da Monopoli, nel verde della campagna pugliese, fra ulivi secolari, in una zona che ha preso il nome di “Miglio d’Oro”. Villa Meo-Evoli, raffinato ed esclusivo esempio di dimora storica, all’eleganza dei suoi ambienti interni arredati con mobili d’epoca, abbina un ettaro di splendidi giardini in stile italiano con alberi secolari, vialetti, fontane, reperti archeologici. A completare tanta bellezza, un trullo del 1600 restaurato e reso abitabile ed una piscina di 20 mq.

Il piano terra della Villa si presta ad accogliere ricevimenti e banchetti di gran classe.

È possibile infatti celebrare matrimoni che  spaziano dalle antiche sale che collegano i prati dell’ingresso monumentale, con il verde del giardino, alla chiesa tuttora consacrata, al terrazzo fino al padiglione del museo che ospita i reperti archeologici della collezione Meo Evoli.

Così come si possono organizzare eventi a bordo piscina o all’ombra di eleganti gazebo. Il matrimonio di M e J è stato un sogno: un semplice arco di fiori, davanti al museo, un quartetto d’archi e sedie dorate.

Tutto declinato nei toni del rosa e dell’oro, come gli antichi mobili all’interno della villa. Il terrazzo è stato “vestito” con un pergolato di edera e mini luci per creare un effetto caldo per il ricevimento.

Fiori, candele, mini lucciole hanno reso fiabesca la cena. La villa con i suoi giardini a fare da meravigliosa cornice.

Sposarsi in Puglia è anche questo: scenari incantevoli che profumano di storia e di vita vissuta.

Non solo masserie e trulli. Ma ville dal fascino antico

Antonio Marzano

Credits

fotografia: ph jules Bower

planning and design: Silvana Chiarappa