“Quel che conta in un vestito è la donna che lo indossa”. Quest’affermazione di Yves Saint Laurent, può essere condivisa se si pensa all’abito industriale, quello pensato per più donne e per personalità diverse.

Ma esiste un altro modo di vestire. Esiste un’alternativa fatta di abiti disegnati e realizzati esclusivamente su misura. Un abito unico ed irripetibile che veste solo ed esclusivamente una persona, unica ed irripetibile.

È questo il modo di intendere la moda sposa di Carmine Tortorella, fashion designer di Minervino Murge che ha realizzato una capsule collection fatta di modelli freschi e destrutturati, confezionati in chiave modernissima ed attuale. Modelli mai scontati, pensati per una donna libera, determinata e consapevole. Tessuti 3d alternativi per ottenere linee pulite e molto modaiole. Ma anche ricami fatti a mano ad esaltare l’artigianalità della lavorazione. E poi cristalli, georgette di chiffon, macramè super ricamati e tagli sartoriali che offrono ad ogni donna la possibilità di sentirsi unica e speciale.

Un approccio culturale da haute couture che Carmine Tortorella propone anche per gli abiti da cerimonia. Sempre ideati e realizzati secondo un’ispirazione molto fashion in cui ogni dettaglio è pensato e voluto per esaltare l’unicità di ogni creazione.

AF