Torri, castelli e cavalieri

La Puglia, destination wedding o wedding destination?

 I futuri sposi, italiani e non, hanno come primo compito individuare il posto dove celebrare e consacrare la loro unione.

Il luogo dove pronunciare il Si Lo Voglio! Questo luogo deve essere incantato ed eterno, deve essere ricco di storia e cultura, deve esprimere bellezza ed unicità, deve emozionare ed immortalare un momento unico ed irripetibile nella vita di chi sceglie di sposarsi.

Quindi che siate pugliesi, italiani o di qualsiasi parte del mondo, vi tracciamo un itinerario in terra di Puglia per farvi visitare delle location uniche, che fra fate e folletti, dame e cavalieri, come in una favola, saranno cornice perfetta del vostro sogno d’amore.

Partiamo da una delle città più belle della Puglia: Lecce. È possibile sposarsi nel cuore del barocco in puro stile rococò, nella sala di palazzo Carafa. Situato di fronte a Piazza S. Oronzo, il vescovo Alfonso Sozy-Carafa, commissionò la sua realizzazione, facendo abbattere la precedente struttura, e costruendo questo articolato e raffinato edificio, dalle finestre ammorbidite da cornici ricurve in stile rococò.

Avete mai pensato di sposarvi in una torre per sentirvi delle dame medioevali? Allora scegliete il comune di Cisternino, che mette a disposizione la Torre di Porta Grande. La sua costruzione risale al periodo normannosvevo ed è chiamata anche “Torre Grande”, in quanto era la principale e la più imponente del sistema difensivo della cinta muraria.

Effettivamente, la torre è collocata sul punto più alto del colle e domina la Valle d’Itria.

Se il mood del vostro matrimonio è sempre da fiaba medioevale, vi indichiamo due castelli per il vostro rito civile. Il primo è il Castello Normanno-Svevo situato nel centro storico di Gioia del Colle. Il nucleo originario è di epoca bizantina, venne poi ampliato da Riccardo Siniscalco, che trasformò la parte principale in residenza nobiliare, allargando il cortile e recintandolo.

Il secondo è il castello di Sannicandro; sorge nella zona medievale del paese, tra le caratteristiche case a scalinata esterna, ed è circondato dall’antico fossato svevo. È composto di due parti, l’una nell’altra. Costruite in epoche distinte, quella Normanna e quella Sveva, la sua edificazione risale alla dominazione normanna dei Duchi Altavilla.

Risalendo la Puglia, nel nostro viaggio immaginario, approdiamo in un paese estremamente bello, per il connubio fra sole, mare e storia: Manfredonia. Per il vostro rito civile potrete opzionare due location: la sale del difensore, palazzo San Domenico, e la sala delle vetrate, palazzo dei Celestini.

Palazzo San Domenico è una delle più importanti strutture della Capitanata, offre la possibilità di sposarsi in una struttura gotica. Venne infatti costruito da Carlo II d’Angiò tra il 1294 e il 1299 e abitato dai Padri domenicani fino all’invasione dei Turchi (1620).

Il palazzo dei Celestini è stato costruito intorno al 1350 da Pietro Galgano, canonico di Siponto e Manfredonia. Nel corso degli anni ha cambiato molte volte aspetto e proprietari. Trasformato in edificio nobiliare, nel 1807, oggi l’edificio è meta degli amanti dell’arte e della cultura.

Quindi fatine e folletti, dame e cavalieri, siete tutti invitati all’evento, il matrimonio di sua maestà la Storia.

floriana panza

Facebooktwitter