Extrò ModaCapelli è sicuramente un punto di riferimento per le sue clienti.

Il suo salone di via Roma ad Andria, al primo piano di un antico stabile, è caratterizzato da ampie stanze luminose pensate per essere accoglienti e funzionali.

Si va dal parrucchiere non solo per essere più belle, per tagliare o colorare i capelli.

Si sceglie l’hair stylist per essere capite, per essere ascoltate.

Il risultato è una relazione speciale, fatta di confidenze, di consigli e di fiducia totale.

Abbiamo chiacchierato di donne, spose e capelli con Leo D’Avanzo, creative director di Extrò ModaCapelli . Di seguito vi riportiamo i punti salienti della nostra conversazione

La prima cosa che Leo nota in una donna, sono i capelli. Poi la sua attenzione si sposta sulla visione d’insieme data dai dettagli, dallo sguardo e dalla postura di chi ha difronte.

All’aspetto visivo associa quello dell’ascolto profondo.

Le donne (in realtà non solo loro) hanno bisogno di attenzione e comprensione. Ascoltare è fondamentale per capire.

Spesso la scelta di cambiare taglio o colore ha ragioni ben diverse dal semplice aspetto estetico. Desiderio di cambiare vita, insoddisfazione, voglia di piacere. Per una futura sposa tutto nasce dalla voglia di stupire, di sorprendere. Di piacere allo sposo e soprattutto di piacersi.

Per questo è necessario comprendere ed avere rispetto. Partire da quello che la sposa è, per arrivare a quello che vorrebbe diventare. Non pretendere stravolgimenti estetici finalizzati solo ad esibire padronanza tecnica o creatività inutile.

L’hair stylist deve guidare la scelta non imporre la sua visione. La scelta del cambiamento di look nasce dall’osservazione. Poi la mente elabora concetti ed immagini e si crea un proprio immaginario di donna.

Da quel pensiero libero nasce il cambiamento e l’interpretazione di sogni e aspettative. Non conta la moda né servono le tendenze.

Sono invece indispensabili la naturalezza e l’unicità, perché la donna come la sposa devono essere uguali solo a sé stesse.

Indole romantica, anima indipendente, spirito informale o regale, per ognuna, Leo realizza l’acconciatura ideale, legata da un fil rouge alla fisionomia del viso, alla tipologia dei capelli, all’abito scelto e soprattutto alla sua personalità.

Un’acconciatura che racconta la bellezza individuale, pura e naturale.

Quella bellezza che non è solo esteriore perché parte dalla lettura dell’anima e dà voce ai sogni.

 

 

 

i.p.