cop_bianchini_ amo

Avevamo già parlato del romanzo di Luca Bianchini, ambientato a Polignano: la storia di Ninella, cinquant’anni e un grande amore, don Mimì, con cui non si è potuta sposare. Ma il destino le fa un regalo inaspettato: sua figlia Chiara si fidanza proprio con Damiano , il figlio dell’uomo che ha sempre sognato, e i due ragazzi decidono di convolare a nozze. Ora quella storia sta diventando un film diretto da Marco Ponti con un cast d’eccezione composto fra gli altri da Riccardo Scamarcio, Laura Chiatti, Luciana Littizzetto e Michele Placido. “Io che amo solo te” è un film sulle gioie segrete, sull’arte di attendere e sulle paure dell’ultimo minuto. Tra ironia e commozione, è un avventuroso viaggio sull’amore, che arriva – o ritorna – quando meno te lo aspetti, ti rimette in gioco e ti porta dove decide lui. Come il maestrale, che accompagna i tre giorni di questa storia, sullo sfondo di una Puglia dove regnano ancora antichi valori e tanta bellezza. La location scelta per le nozze di Chiara e Damiano è lo splendido relais Il Santissimo, a Turi, degna cornice per una pellicola destinata a promuovere ancora una volta le bellezze della nostra regione e la suggestione del rito del matrimonio dalle nostre parti.