“Il calzone, alle cipolle o alle rape?”
Lo so, la tradizione lo vuole alle cipolla o tutt’al più con gli spaghetti, ma con le rape siamo già fuori tema, troppo audace.
Che ne dite invece di preparare entrambe le varianti così da accontentare i palati più classici e insieme quelli più temerari??!!

 

A volte ci fossilizziamo in periodi o date prestabilite in cui bisogna fare determinati piatti: le chiacchiere a carnevale, le pettole la vigilia di Natale e la colva a novembre.

Come se i nostri palati apprezzassero di meno le zeppole di S.Giuseppe ad agosto o, appunto, il calzone a luglio.

Se Gigi D’Alessio fa cadere la neve ad agosto perchè noi non potremmo preparare le cartellate a luglio?

In questo periodo di pandemia il tempo non è più scandito con i ritmi che conoscevamo. Tutto è lento, a volte le giornate scorrono una uguale all’altra scivolando via come nulla fosse. Quindi ti ritrovi a vivere il 25 dicembre come se fosse il 25 aprile e ti accorgi che non hai avuto tempo per fare quel dolce tipico o quel primo che si prepara solo in quella ricorrenza.

Bene!

Sovvertiamo tutto, zeppole ad agosto e cartellate a maggio, prendiamo il buono di questo tempo sospeso facendolo scorrere in maniera originale e divertente.

Ve lo consiglio vivamente, per evitare di essere risucchiate in un vortice di pigrizia, magone e irritabilità a tutte le ore.

E, vi assicuro, tutto questo non fa bene a chi è “obbligato”a starvi vicino tanto tempo.

Ora, ritorniamo alla domanda che dà il titolo a questo pezzo: calzone alle cipolle o alle rape?
Ovvio…Entrambi!

INGREDIENTI

Impasto della massa del calzone:

500g farina 0, 100g di olio, mezzo cucchiaio di sale, 300ml di acqua leggermente tiepida.

Ripieno alle cipolle:

2kg di cipolle lunghe, un barattolino di acciughe, sei pomodorini datterini, tre cucchiaini di ricotta forte, dieci olive verdi.

Ripieno alle rape:

1kg di rape, alici, olive verdi, 1 cucchiaino di ricotta forte, sei pomodorini datterini, una cipolla media.

RICETTA

Seguite il procedimento sotto riportato:

01. Impastate in una planetaria o su un piano la farina, l’olio, l’acqua e il sale.

02. Dividete l’impasto a metà e stendete il primo disco.

03. La sfoglia dovrà risultare sottile.

04. Ora dedicatevi al ripieno di cipolle. Pulite e lavate le cipolle. Tagliatele a piccole listarelle, dando un taglio dall’alto perpendicolare e poi tagliando trasversalmente.

05. Mettete in una padella l’olio a scaldare e versateci le cipolle, appena appassiranno un po aggiungete i datterini.

06. A fuoco spento aggiungete la ricotta forte e fatela sciogliere mescolando, così da farla amalgamare completamente.

07. Dopo aver steso il primo disco di pasta, ungete con abbondante olio una teglia da 26cm e adagiate la sfoglia. Riempitela con le cipolle distribuendole in maniera uniforme.

08. Stendete ora il secondo disco di sfoglia. Prima di chiudere il calzone adagiate sulle cipolle le alici e le olive denocciolate. Ricoprite.

09. Fate aderire bene la sfoglia che ricopre.

10. Con un coltello tagliate tutto attorno la sfoglia in eccesso.

11. Sigillate premendo con i rebbi di una forchetta tutto il bordo. Forate tutta la superficie e ungete con abbondante olio.

12. Ripieno alle rape: in una padella fate imbiondire la cipolla e poi versateci le rape che avrete precedentemente pulito e tagliato a piccole foglie.

13. Dopo aver mescolato, ricoprite con un coperchio e lasciate cuocere per cinque minuti.

14. Togliete il coperchio e aggiungete i datterini. Finite di cuocere per altri dieci minuti senza coperchio,aggiungendo un po d’acqua se il composto si asciuga troppo. A fuoco spento aggiungete la ricotta forte e mescolate per farla sciogliere del tutto.

15. Ripetendo lo stesso procedimento di prima, farcite con le rape e adagiate sopra le alici e le olive denocciolate. Ricoprite con l’altra sfoglia.

16. Cuocete in forno ventilato a 200 gradi per 30/35min. circa. La superficie e i bordi dovranno risultare dorati.